The Grand Boucle

The Grand Boucle

The Grand Boucle starts with a flat time trial, along the Reno river, with a few turns. For specialists like Tony Martin, world champion coming from these lands, or the Australian Rohan Dennis who owned the Hour record for some month. A great come back for Germany at Tour de France with an millionaire investment. The German TV, after years away from this race, came back on the road with a great effort. We have all the ingredients for a big European party. The favourites for the final ranking are the same of the last year. Chris Froome is one of them. Its Sky Team is very strong, considering also […]

The Grand Boucle

The Grand Boucle

The Grand Boucle starts with a flat time trial, along the Reno river, with a few turns. For specialists like Tony Martin, world champion coming from these lands, or the Australian Rohan Dennis who owned the Hour record for some month. A great come back for Germany at Tour de France with an millionaire investment. The German TV, after years away from this race, came back on the road with a great effort. We have all the ingredients for a big European party. The favourites for the final ranking are the same of the last year. Chris Froome is one of them. Its Sky Team is very strong, considering also […]

20’ al top para salvar la pierna

20’ al top para salvar la pierna

No siempre un ciclista expresa lo mejor de sí mismos en el final de carrera. Especialmente durante las carreras por etapas donde hay muchas dinámicas que entran en juego. Cada corredor tiene un objetivo de jornada y general. Hay aquellos que ahorran energía en vista de las fracciones más favorables a sus características. Sin embargo, hay casos en los que tienen que trabajar para su propio capitán en una etapa determinada, o se va a lo máximo para adivinar un buen escape. Veamos uno de estos casos específicos. Nuestro tester es siempre Davide Martinelli (Quick Step) que nos indicò la etapa de Bérgamo a Valdengo. “La elegí porque me gustó […]

20′ AL TOP PER SALVAR LA GAMBA

20′ AL TOP PER SALVAR LA GAMBA

Non sempre un ciclista esprime il meglio di sé nei finali di corsa. Soprattutto durante le gare a tappe ci sono molte dinamiche che entrano in gioco. Ogni corridore ha un obiettivo di giornata e generale. C’è chi si risparmia in vista delle frazioni più favorevoli alle proprie caratteristiche. Ci sono invece casi in cui si deve lavorare per il proprio capitano in una determinata fase, oppure si va al massimo per azzeccare la fuga buona. Analizziamo ora uno di questi casi specifici. Il nostro tester è sempre Davide Martinelli (Quick Step) che ci ha segnalato la tappa da Valdengo a Bergamo. “L’ho scelta perché mi è piaciuta molto” – […]

ARU TRICOLORE CON LA MAGLIA DI SCARPONI

ARU TRICOLORE CON LA MAGLIA DI SCARPONI

IVREA: La maglia azzurra che Fabio Aru oggi aveva indosso era una maglia speciale, anzi specialissima a cui era legato in modo assoluto. Glie l’aveva regalata Michele Scarponi con cui era in ritiro a Sierra Nevada questa primavera. Uno scambio di amicizia ed un patto di lealtà in vista del Giro d’Italia per cui si stavano preparando. Michele non c’è più ma oggi Fabio ha indossato quella maglia. Dentro di sé una motivazione super e la voglia di impresa speciale. Per di più il Piemonte gli piace, ci passa tanto tempo per gli allenamenti in altura a Sestriere. Aru oggi, nel suo Piemonte ci ha colto una delle vittorie più […]

UNA MAGLIA, TANTI PRETENDENTI

UNA MAGLIA, TANTI PRETENDENTI

IVREA: Si può pedalare per 236 km da Asti ad Ivrea per indossare una maglia tricolore? Pare di sì e c’è pure una grande concorrenza per riuscire ad aggiudicarsela. Una prova dura, quella che domenica vedrà quasi 200 professionisti del pedale in gara per l’oro e per quel simbolo che si indossa per un anno intero. Al momento, a fregiarsi di quest’onore è il brianzolo Giacomo Nizzolo della Trek-Segafredo che a Darfo Boario, nel 2016, fece un bellissimo numero. Prima di lui il bis di Vincenzo Nibali che quest’anno non è segnalato in grande spolvero dopo un Giro d’Italia corso ad altissimo livello. Chi non partecipa al Campionato Italiano si […]

#TOURDESUISSE: CARUSO TENTA L’IMPRESA… SAGAN C’E’

#TOURDESUISSE: CARUSO TENTA L’IMPRESA… SAGAN C’E’

SCIAFFUSA (SVI): Il #TourdeSuisse saluta il secondo successo di Peter Sagan e si prepara a incoronare Splilak. Difficilmente Damiano Caruso riuscirà a scavalcarlo nella classifica generale, perché 52″ in nemmeno 30 km sono difficili da recuperare per un non specialista. Il siciliano sta bene, ed in passato ha dato buoni segnali nelle prove contro il tempo. La speranza è l’ultima a morire. Dalla sua Spilak ha l’esperienza di aver già vinto un Tour de Suisse e queste corse a tappe di breve durata sono la sua specialità. A Sciaffusa Sagan ha vinto con un’insolita maglia nera. Non si tratta del riconoscimento per l’ultimo in classifica, ma di quello per il […]

#TOURDESUISSE: SPILAK CHE COLPO ! SPETTACOLO A SOLDEN

#TOURDESUISSE: SPILAK CHE COLPO ! SPETTACOLO A SOLDEN

SOLDEN (AUSTRIA): Simon Spilak e la Katusha firmano la grande impresa sulle strade del Tour de Suisse. Lo sloveno ha sfruttato il grande lavoro dei suoi compagni per imporre la sua legge a Solden, a quota 2700 metri, e conquistare in un sol colpo tappa e maglia di leader della generale. Alle spalle di Spilak, lo spagnolo Izagirre (Bahrain Merida) autore di un grande recupero, poi Dombrowski della Cannondale Drapac. Ad un minuto il terzetto formato da Caruso, Kruijswijk e Hirt, a 1’50” Rui Costa mentre Domenico Pozzovivo è apparso in difficoltà sin dalle prime rampre della salita finale, poi si è ripreso e ha limitato i danni a 2’40”, […]

#TOURDESUISSE: IL GRAN GIORNO DI DOMENICO. ORA A SOLDEN

#TOURDESUISSE: IL GRAN GIORNO DI DOMENICO. ORA A SOLDEN

LA PUNT (SVI): Domenico vince poco, ma vince bene. Il successo gli mancava da 2 anni, dal Giro del Trentino in Val dei Mocheni. La sua vittoria più bella era stata al Giro d’Italia, a Lago Laceno 2012, ma allora vestiva ancora al maglia della Colnago CSF. Viene dalla Lucania e per emergere ha fatto tanta fatica. Ha pure cambiato il cognome, da Puzzovivo, a Pozzovivo. Questione di dettagli, ma forse un po’ di selfbrand ci voleva in effetti. La sua pedalata non è delle più eleganti: ginocchia larghe e telaio piccolissimo. Però è generoso, efficace e il coraggio non gli manca. Quella a La Punt è stata la sua […]

SAGAN MEGLIO DI SANSONE. ORA I PASSI ALPINI

SAGAN MEGLIO DI SANSONE. ORA I PASSI ALPINI

CEVIO (SVI): Peter Sagan non è Sansone. Il campione del mondo taglia i capelli ma non perde la sua forza. Come l’eroe biblico, anche Sagan ha una forza prodigiosa concessagli direttamente dagli Dei. Lo slovacco, fresco di parrucchiere, al contrario di Sansone continua a vincere anche senza lunga chioma. In questo caso, sul traguardo di Cevio in Canton Ticino, Sagan ha dato vita ad un autentico colpo da manuale con uno scatto che è pura fantasia. Nulla di pianficato ma un guizzo dovuto all’intuito. Un corridore che parte lungo e lui che è lesto a seguirlo e a lasciarlo sul posto. Per fare questo servono sicuramente gambe prodigiose ma anche […]