UN CALCIATORE E’ IL CICLISTA PIU’ FORTE DI TUTTI

UN CALCIATORE E’ IL CICLISTA PIU’ FORTE DI TUTTI

(L’esultanza sul traguardo. Foto Bettini). INNSBRUCK (AUSTRIA): Il più grande ciclista di tutti i tempi. E’ questo sino ad oggi quello che il giovanissimo belga Remco Evenepoel ha dimostrato di essere. Sino a qui, e parliamo della categoria Juniores, nessuno era stato in grado di vincere il campionato del mondo a crono e in linea, il campionato europeo a crono e in linea. Si può dire un’annata straordinaria per Evenepoel che sino a 2 anni fa la bicicletta non sapeva nemmeno cosa fosse. Infatti era un aspirante calciatore cresciuto nell’Anderlecht, tre stagioni in Olanda al PSV Eindhoven. Nella sua breve carriera ha indossato la maglia della Nazionale giovanile belga Under 15 […]

MONDIALE DI INNSBRUCK: ECCO PERCHE’ IL MURO NON SARA’ DECISIVO

MONDIALE DI INNSBRUCK: ECCO PERCHE’ IL MURO NON SARA’ DECISIVO

    INNSBRUCK (AUSTRIA):  Il circuito austriaco dei Mondiali di ciclismo 2018  si presenta come durissimo, tanto da restringere il possibile lotto dei vincitori ad un numero esiguo di partecipanti. Abbiamo analizzato meglio la prova iridata che vedrà protagonisti i professionisti. Tanto per intenderci parliamo della gara che vedrà il famoso muro di Gramartboden, 2800 metri con pendenza media dell’11,5% ed una punta che, per pochi metri, tocca addirittura il 28%.  In realtà la gara vera e propria si deciderà sull’altra salita, e probabilmente all’ultimo passaggio. Per quale motivo? Perchè la salita di Igls, ha una pendenza media del 5,6% con il 4-6° km nella località di Lans. Sarà qui che gli […]

#LAVUELTA: E’ NATO IL NUOVO CONTADOR?

#LAVUELTA: E’ NATO IL NUOVO CONTADOR?

Si chiama Enric Mas e ha 23 anni. E’ lui la nuova grande promessa del ciclismo spagnolo. Il ragazzo della Quick Step Floors ha spiazzato tutti andando a conquistare il secondo posto nella classifica generale della Vuelta Espana. Scalatorino di 61Kg per 1,77 m di altezza quest’anno si è messo in evidenza con una vittoria ai Paesi Baschi, breve gara a tappe primaverile molto dura. Qui si è aggiudicato anche la maglia di miglior giovane. Ma veniamo ad oggi con la conclusione della Vuelta Espana. Molti avevano pensato che Mas potesse calare alla distanza. Si credeva che fosse partito troppo forte fin dalla prima settimana. Facendo una battuta si potrebbe dire […]

YATES: LA LEZIONE DEL GIRO PER VINCERE LA VUELTA

YATES: LA LEZIONE DEL GIRO PER VINCERE LA VUELTA

COL DE LA GALLINA (SPA): Dopo la durissima lezione del Giro d’Italia Simon Yates è ora sempre più padrone della Vuelta. Con una bella azione in compagnia di Thibaud Pinot e Steven Kruiswjik saluta il gruppo a meno 9 dall’arrivo. Scatta come una molla il britannico in maglia rossa: due pedalate, raggiunge Pinot e Kruiswijk, e da quel momento è un testa a testa con Don Alejandro Valverde, secondo in classifica. Ormai possiamo quasi dirlo che il britannico ha messo una serissima ipoteca sulla corsa iberica. Come dicevamo la lezione del Giro2018 ha dato i suoi frutti. Infatti alla corsa rosa il corridore della Michelton Scott aveva impressionato nelle prime 2 settimane, […]

VUELTA: LA LOTTA E’ ANCORA APERTA

VUELTA: LA LOTTA E’ ANCORA APERTA

TORRELAVEGA (SPA): Nella crono di Torrelavega il super specialista Rohan Dennis (che la prossima stagione sarà al Team Bahrain Merida partner SportPlusHealth) vince come da pronostico e si lancia verso Innsbruck dove lotterà anche per la maglia iridata nelle prove contro il tempo. Oggi alla Vuelta i vincitori morali sono anche la maglia rossa Simone Yates e l’olandese dal nome impronunciabile Steven Kruijswijk che sale al terzo posto. Ricordiamo che fu proprio lui 2 anni fa il più serio avversario per Vincenzo Nibali e solo la caduta sulla neve nella discesa del Colle dell’Agnello lo tolse dalla lotta per la maglia rosa. Se dovesse essere tornato a quel livello saranno dolori per […]

PELLIZZOTTI: TOUR E VUELTA? ECCO COME SI FA…

PELLIZZOTTI: TOUR E VUELTA? ECCO COME SI FA…

Affrontare 2 grandi corse a tappe nella stessa stagione. Un impegno non da poco, ma grazie ad un atleta di esperienza come Franco Pellizzotti possiamo capire meglio come si affronta il doppio impegno. Classe 1978 in carriera ha vinto 2 tappe al Giro e un podio finale (3° nel 2009) oltre una maglia a pois al Tour de France e molte altre prove tra cui un titolo italiano su strada. Quest’anno le 2 grandi corse a tappe erano state programmate visto che al Tour con Vincenzo Nibali si puntava alla classifica per poi venire alla Vuelta cercando di preparare il finale di Vuelta in crescendo e poi tirare dritto al […]

#LAVUELTA: DON ALEJANDRO, 38 ANNI, NON FA ALTURA MA VA SEMPRE FORTE…

#LAVUELTA: DON ALEJANDRO, 38 ANNI, NON FA ALTURA MA VA SEMPRE FORTE…

PHOTO – Unipublic/PhotogomezSport Alla Vuelta c’è una specie di Highlander, è l’embatido Alejandro Valverde nato nel 1980. Negli anni ha cambiato soprannomi, prima era Balaverde, poi anche pelle. Agli esordi sembrava un uomo veloce, poi da corse a tappe (sua la Vuelta Espana 2009) e poi un collezionista di classiche (4 Liegi, 5 Freccia). Se fosse andato forte anche in alta montagna sarebbe stato Eddy Merckx. Valverde viene dalla regione di Murcia, nel sud est della Spagna e ama il sole. Un campione tanto forte quanto singolare in alcuni aspetti della sua preparazione. Al contrario di molti atleti non ama allenarsi in altura. In questo blog abbiamo spiegato come molti […]

TOUR OF POLAND: UNA TAPPA DI PIANURA PUO’ ESSERE PIU’ FATICOSA DI UNA VALLONATA

TOUR OF POLAND: UNA TAPPA DI PIANURA PUO’ ESSERE PIU’ FATICOSA DI UNA VALLONATA

(LAVORARE PER TIRARE UNA VOLATA PUO’ RICHIEDERE UNO SFORZO GRANDISSIMO – GETTY PHOTO) Il quarto giorno di gare ha portato il Tour de Pologne in montagna. Dopo la partenza a Jaworzno, i corridori si sono diretti verso sud. Nella prima parte pianura con tre sprint intermedi – a Myslowice, Chelm Slaski e Wilamowice. Il gruppo si è trasferito  nella pittoresca regione di Beskid Slaski, dove si trovano quattro salite di 1a categoria. I ciclisti hanno affrontato due volte Zameczek e due volte la salita di Salmopol a Szczyrk. Dopo aver completato due giri collinari lunghi 20 chilometri per poi arrivare a Szczyrk. Ha vinto l’idolo di casa Kwiatowsky, ma cosa […]

TOUR DE POLOGNE: QUANTI DETTAGLI IN UNA TAPPA BY DAVIDE MARTINELLI

TOUR DE POLOGNE: QUANTI DETTAGLI IN UNA TAPPA BY DAVIDE MARTINELLI

  CRACOVIA (POL): Tappa di apertura al Tour de Pologne con una frazione che si è sviluppata in circuito cittadino finale. Una formula interessante quella polacca che vede le tappe partire molto tardi, verso le 16:00, per permettere al pubblico di godersi l’arrivo all’ora dell’aperitivo. Vince Paschal Ackermann, bella promessa tedesca in forza alla Bora. Secondo il colombiano Hodeg, un piccolo Gaviria. In gruppo avevamo il nostro insider, Davide Martinelli, che ci svela alcuni dettagli tecnici interessanti. “Oggi per noi è stata una bella tappa dove siamo riusciti ad ottenere il 2° posto con Hodeg – racconta Davide – E’ partita subito una fuga e ha guadagnato 3-4′. Per noi […]

THOMAS… IL “SIGNOR G” ERA UN “PIANO B”

THOMAS… IL “SIGNOR G” ERA UN “PIANO B”

ESPELETTE (FRA): Il Tour, al 99,999% si è chiuso con a cronometro di 31 km a Espelette. Geraint Thomas conclude da padrone un Tour che sembrava disegnato per il suo capitano Chriss Froome. Come avevamo anticipato forse solo Vincenzo Nibali e l’effetto Giro d’Italia avrebbero potuto fermare la cinquina del britannico. Nibali è tornato a casa dopo la famosa caduta dell’Alpe d’Huez e ora sta meditando di operarsi e iniettare nella vertebra fratturata un cemento in grando di accelerare il processo di recupero e tornare competitivo per i Mondiale. Froome al Tour ci è rimasto ma non è riuscito nella clamorosa doppietta che nel 1998 vide Marco Pantani entrare nella […]