#INGIRO: IL TRIPLETE DELLO STELVIO

#INGIRO: IL TRIPLETE DELLO STELVIO

La tappa della verità. Non sapremo chi vincerà questo giro al termine della giornata. Sicuramente però sapremo chi sarà escluso dalla lotta per il successo che ad oggi sembra essere un discorso a 3: Quintana, da subito dato per favorito e ancora oggi in cerca del colpo risolutore, la sorpresa Dumoulin, tanto forte che nemmeno lui se lo aspettava, e il campione, Vincenzo Nibali, uno che nella 3^ settimana nel Giro 2016 seppe portare a casa il successo finale quando sembrava un discorso chiuso. La lunghezza, 254 km, è di quelle potenti, così come gli oltre 5.000 metri di dislivello. Il Mortirolo da Monno è semplice, la discesa da Grosio […]

UN FINALE DA GIRO DI LOMBARDIA

UN FINALE DA GIRO DI LOMBARDIA

Si parte da Valdengo (Biella) già città di partenza del Giro nel 2014. I primi 150 km sono completamente pianeggianti con i consueti ostacoli della viabilità (rotatorie, spartitraffico, etc) in quasi tutti i centri cittadini. E’ la tappa dei possibili trabocchetti e delle eventuali imboscate grazie al percorso che si presta in modo particolare, nella parte finale, con le salite di Miragolo San Salvatore (inedita) e Selvino (ultimo GPM nel 1995 a Tony Rominger). Dopo Selvino segue una lunga discesa intervallata da tornanti e 9 km di avvicinamento fino alla città alta e poi al traguardo. Ultimi chilometri attraverso Bergamo Alta salendo alla Porta Garibaldi e poi (con 200 m […]

#INGIRO TAPPA TRA LE LEGGENDE: DA COPPI A PANTANI

#INGIRO TAPPA TRA LE LEGGENDE: DA COPPI A PANTANI

  CASTELLANIA – OROPA: Qui si sfiora la leggenda. Si parte da Castellania, città di Fausto Coppi, e si arriva al Santuario di Oropa, località ciclisticamente famosa per alcune tappe entusiasmanti. Quella più bella, è forse la magica rimonta di Marco Pantani del 1999, che prese la salita quasi in ultima posizione per il famoso salto della catena. Il romagnolo seppe rimontare il gruppone allungatissimo e superare anche il francese Laurent Jalabert, ultimo ad arrendersi. A Oropa si ricorda pure il successo del lettone Piotre Ugrumov, uno dei pochissimi in grado di staccare Miguel Indurain. Nel dettaglio la tappa è molto breve nettamente divisa in due parti: 120 km assolutamente veloci […]

DON CAMILLO, PEPPONE… E GUCCINI

DON CAMILLO, PEPPONE… E GUCCINI

Dopo il tris di Fernando Gaviria si passa ad una tappa assolutamente piatta. Si lascia la città del tricolore, Reggio Emilia, e si va verso i borghi cantati da Francesco Guccini con la via Emilia, Statale numero 9 in questo caso. E’ un territorio ricco di verde, con quel sapore inafferrabile e nostalgico alla Don Camillo e Peppone. La fatica dei contadini si mescola alla modernissima industria come la Ducati, vanto del made in Italy. Si attraversa tutta la pianura Padana e nel tratto finale ci si immerge nell’atmosfera del Mondiale di primavera, la Milano Sanremo con il passaggio in Liguria. L’arrivo è a Tortona, che finora ha visto solo un […]

IN AUTOSTRADA PASSANDO DA CASA MARCONI

IN AUTOSTRADA PASSANDO DA CASA MARCONI

REGGIO EMILIA: Si arriva a Reggio Emilia, città dove è nato il tricolore italiano. Un doveroso tributo per il Giro dei cento anni. Si parte invece da Forlì chiamata dai suoi abitanti con il soprannome di “Zibadon” centro nella fertile pianura romagnola il cui simbolo è l’altissimo campanile dell’abbazia romanica chiamato San Mercuriale. In una corsa caratterizzata dalle salite, la 12^ e la 13^ tappa rappresentano opportunità importanti per le ruote veloci del gruppo. La velocità sarà elevata lungo questi 229 km tant’è che per un tratto si passerà in autostrada in zona Valico dell’Appennino fino a Sasso Marconi, città che prende il nome da Guglielmo Marconi, che qui, nella […]

UNA FARFALLA ROSA. ORA IL TERRIBILE APPENNINO

UNA FARFALLA ROSA. ORA IL TERRIBILE APPENNINO

MONTEFALCO: La farfalla di Maastricht si veste di rosa e spariglia tutte le carte. Come da pronostico l’olandese Tom Dumoulin mette in tasca un bel margine e si presenta alla seconda parte del #Giro100 con la maglia che contrassegna il leader della corsa a tappe italiana. Ora gli altri sono tutti a più di 2 minuti ed il primo degli inseguitori è ora Nairo Quintana a 2′:23″. Un Giro ricco di ribaltoni quello che stiamo vivendo in questa stagione e che ha già visto 6 maglie rosa differenti: Postlberger, Greipel, Gaviria, Jungels, Quintana e Dumoulin. Ora viene il bello, subito domani con la frazione appenninica che da Firenze, con il […]

LA FIGUMANIA AL GIRO

LA FIGUMANIA AL GIRO

E’ scoppiata la mania per le figurine Panini sul Giro d’Italia. La nuova raccolta, uscita in edicola a fine aprile, in solo due settimane ha appassionato le decine di migliaia di ciclisti e di simpatizzanti delle due ruote in tutta Italia, a partire dagli stessi corridori della Corsa Rosa. Tra i vari team fioccano gli scambi, mentre su Twitter si moltiplicano le foto e gli annunci dei singoli atleti: in un simpatico video Sacha Modolo si interroga disperato “Dov’è la mia figurina?”, da parte sua Jacopo Guarnieri offre una figurina di Simone Ponzi in cambio della sua, raddoppia il team francese FDJ che propone due figurine di Jeremy Roy per […]

IL CRONOMETRO E’ FINALMENTE ALLEATO

IL CRONOMETRO E’ FINALMENTE ALLEATO

CRONOMETRO: Da Foligno si va a Montefalco, tutto d’un fiato, perché così sono le prove a cronometro. Un tempo gli italiani odiavano queste gare, soprattutto negli anni 90 quando il navarro Miguel Indurain strapazzava Gianni Bugno e Claudio Chiappucci contro il tempo e resisteva tenacemente in salita ai loro attacchi. Oggi la parte si è girata, visto che Vincenzo Nibali spera proprio nella prova a cronometro per recuperare lo svantaggio accumulato nella salita del Blockhaus dal colombiano Nairo Quintana, campione con il viso da sfinge. Tanti di watt espressi ieri dei corridori in salita, e grazie ad SPH Cycling è facile calcolare lo sviluppo della potenza espressa. L’arrivo è in […]

SI SALTA IN CALABRIA, LE INSIDIE SONO DIETRO L’ANGOLO

SI SALTA IN CALABRIA, LE INSIDIE SONO DIETRO L’ANGOLO

  TERME LUIGIANE: Pronti per un altro trasferimento via mare e dalla Sicilia si passa alla Calabria. Abbiamo azzeccato il pronostico di ieri con il colombiano Fernando Gaviria vincitore guidato con destrezza anche dal nostro Davide Martinelli, sempre più bravo in queste gare importanti. Dopo l’Etna, ancora visibile sullo sfondo del lungomare Matteotti, si passa in Aspromonte, proprio sul fondo dello stivale, a Reggio Calabria, una delle città più antiche d’Europa. La tappa, di 217 chilometri si conclude a Terme Luigiane, in leggera salita dove si trovano fonti termali per la cura della pelle. Una sorgente è fredda mentre le altre 3 sgorgano a 45°. Prima dell’arrivo si attraversano città […]