L’INCREDIBILE STORIA DI DARYL IMPEY

E’ un uomo che non ama le convenzioni Daryl IMPEY. Un tipo che sa essere più forte del destino. Non gli piace che siano gli altri a decidere per lui.

E dire che la carriera di quest’uomo che oggi vince alla grande al Tour de France poteva finire al Tour of Turkey. Era il 2009, il giovane sudafricano rischia la paralisi a causa di una incredibile caduta. Si corre l’ultima tappa della gara turca che Impey vincerà senza festeggiare, perché invece di finire sul podio, viene trasportato all’ospedale di Instanbul. Nello sprint finale viene letteralmente scaraventato contro le transenne dall’olandese Theo Bos, eterna  promessa della velocità su pista, protagonista di uno sprint da galera.

Impey si salva  per miracolo, ma per settimane i medici lo danno per paralizzato in maniera irreversibile. Invece il destino gli riserva un finale diverso: si riprende e, anche se i medici escludono che possa tornare a correre, lui non solo ci riesce, ma lo fa vincendo alla grande.

Voleva fare il calciatore, lmpey. Invece è stato il primo atleta africano a indossare la maglia gialla, nel 2013. Riuscì nell’impresa sulla linea d’arrivo di Montepellier, al termine della sesta tappa del Tour de France numero 100. Anche lui, come Froome, impara a fare il ciclista al team Barloworld, sponsor sudafricano, sede inglese e gestione bergamasca.

Oggi ha saldato una serie di conti aperti con il destino.. certo è uno che non vuole arrendersi.

Non arrenderti nemmeno tu e prova SportPlusHealth, per Android o IOS.

Qui sotto la terribile caduta di Impey nel 2009.